Il mio Rotary in tre concetti

Il mio Rotary in tre concetti

1 - La morale

Credo possa essere condiviso anche da voi tutti, l’assunto che la morale e le sue componenti esistevano ancor prima del Rotary, per cui – non so voi – ma io resto sempre un po’ perplesso quando leggo o sento parlare con tono cattedratico di etica professionale, di correttezza, di onestà e quant’altro, da qualificati rappresentanti distrettuali ed internazionali, come se questi valori fossero una recente invenzione rotariana.

Da qualche tempo è invalso l’uso, di far leggere ai nuovi soci, nel momento della cerimonia di cooptazione al club, un octalogo che ha tutta l’aria di essere un giuramento, ma – io dico - un giuramento apodittico, in quanto afferma cose e valori che, a mio modo di vedere, non hanno alcun bisogno di essere riaffermate giacché esse fanno o dovrebbero far parte del patrimonio genetico di ogni galantuomo.

Invece mi sembra di capire che siamo o dobbiamo essere onesti soltanto perché siamo rotariani. Non è così. Voler sostenere a tutti i costi l’equazione: rotariano = persona onesta, a mio avviso, equivale a dire che le zanne dell’elefante sono fatte di tasti di pianoforte. Io, infatti, sono convinto del contrario e cioè che si è rotariani in quanto persone oneste, giacché l’etica altro non è che la filosofia dell’azione volontaria e pertanto è unicamente soggetta all’assoluta legge del dovere il cui rispetto è affidato al nostro libero arbitrio. In altre parole non si può essere onesti per decreto legge e tantomeno perché si porta un distintivo al bavero della giacca, ma soltanto se lo si vuole essere.


Rotary Club

Anno di fondazione: 1981
Anno Rotariano in corso: 2019/2020
Presidente: Andrea Pacilli
Cod. Fis. IT 92008270719  
        

Distretto 2120

di Puglia e Basilicata

La Sede, il Territorio

Contattaci

Per contattarci invia un messaggio al seguente indirizzo di posta elettronica

Per informazioni

Please publish modules in offcanvas position.

Free Joomla! template by Age Themes